Home » Itinerari » Cosa vedere a Madrid in 1 giorno? Consigli utili se il tempo stringe
Itinerari

Cosa vedere a Madrid in 1 giorno? Consigli utili se il tempo stringe

visitare madrid in 1 giorno
Cosa vedere a Madrid in 1 giorno?

Ho vissuto 6 mesi a Madrid e non sono ancora riuscito a vedere tutto ciò che ha da offrire. La capitale spagnola è così vasta e ricca di attrazioni che è impossibile vederla completamente in un tempo ridotto. Eppure, a patto di essere pronti a scarpinare un po’, posso affermare che visitare Madrid in 1 giorno è un’impresa molto difficile ma non impossibile!

Può capitare però che tu sia di passaggio in città, magari ti trovi lì per lavoro o per un evento e vuoi sfruttare le ore libere per guardarti intorno. In questo articolo ti propongo un giro essenziale per vedere nel minor tempo possibile i punti più rilevanti del centro storico, dando anche qualche consiglio per creare una giornata su misura per te.

Innanzitutto, per ridurre i tempi è bene conoscere il funzionamento della Metro, che rappresenta il modo più rapido per spostarsi attraverso la città. Se è la tua prima volta in città, ti consiglio di leggere il mio articolo su come muoversi con la metro: troverai sicuramente alcuni consigli utili per sfruttare i collegamenti migliori e risparmiare tempo prezioso.

Tour essenziale di Madrid in 1 giorno

puerta-del-sol-madrid

Ogni tour di Madrid dovrebbe cominciare dal suo centro geografico: il Chilometro Zero, situato in Puerta del Sol. Qui si trova anche la famosa statua dell’Orso con il Corbezzolo, il simbolo della capitale, che vedrai riprodotto in molte altre forme un po’ ovunque (persino nel nostro logo!). Guardando l’imponente Palazzo delle Poste, gira verso destra e imbocca Calle Mayor, che in pochi passi ti condurrà alla piazza principale di Madrid, Plaza Mayor. La grande piazza quadrangolare e i suoi immediati dintorni ti ruberanno certamente un bel po’ di minuti, ma da qui puoi facilmente proseguire la tua passeggiata per il centro raggiungendo la bella e pedonale Calle del Arenal. Ci sono tante strade che la raggiungono, ma ti consiglio di arrivarci attraverso la piccola e sinuosa Calle de los Coloreros e il seguente Pasadizo de San Ginés.

Svoltando a sinistra su Calle del Arenal, arriverai in Plaza Isabel II, con il magnifico Teatro Real e, dietro di esso, il Palacio Real e la Catedral de la Almudena. Sono tutti edifici che vale la pena visitare all’interno, ma se si ha una sola giornata a disposizione, anche uno sguardo dall’esterno può dare già una bella soddisfazione, specialmente nel caso del palazzo reale.

Muovendoti poi verso destra, lungo l’ampia Calle de Bailén, ti ci vorrà circa un quarto d’ora a piedi per raggiungere il Templo de Debod, senza dubbio uno dei monumenti più insoliti da trovare in una capitale europea. Il tempio egizio è una delle attrazioni imperdibili, anche perché si riesce a vederlo e rimanerne affascinati in ogni stagione, senza necessariamente entrare all’interno. Da qui, ti basterà tornare indietro di poche decine di metri per approdare a Plaza de España, un’altra delle piazze simbolo di Madrid, con i suoi grattacieli e la statua di Cervantes e del suo personaggio più celebre: Don Chisciotte.

metropolis-gran-via

Da Plaza de España, imboccare la Gran Vía è un attimo. Il principale viale del centro madrileno suscita reazioni contrastanti fra i turisti. Grande e caotica, moderna e innovativa, la Gran Vía c’è chi la ama e chi la odia, ma tutti quelli che visitano Madrid vogliono vederla e immergersi almeno una volta nella folla dei suoi larghi marciapiedi. Se hai tempo e voglia di camminare, puoi percorrerla tutta fino a Plaza de Cibeles, altrimenti puoi prendere la metro per una fermata o due per accorciare le distanze. Giungere nella piazza sopracitata, situata all’estremità del viale, è d’obbligo anche solo per ammirare per qualche minuto il Palacio de las Comunicaciones, uno degli edifici più presenti sulle cartoline di Madrid.

Basta proseguire per cinque minuti a piedi per trovarsi di fronte la Puerta de Alcalá, dove si trova uno degli ingressi al Parque del Buen Retiro. È questo il parco per eccellenza di Madrid e uno dei più famosi di Spagna. Difficile non farci almeno due passi mentre si visita la capitale. Qui potresti passare una giornata scoprendo i piccoli tesori che contiene o rilassandoti all’ombra dei suoi alberi. Se hai seguito l’itinerario suggerito però, la tua giornata starà volgendo al termine. Esci da Puerta Felipe IV per trovarti vicino al Museo del Prado. Quello che rappresenta il vanto museale di Madrid necessità di molte ore per essere visitato, ma l’edificio che lo ospita merita esso stesso uno sguardo dall’esterno.

Per concludere la giornata, ti suggerisco di tornare verso il centro storico, precisamente nel quartiere letterario che ha Plaza Santa Ana come centro nevralgico. La piazza è sempre viva, ma è proprio in orario serale che diventa particolarmente accogliente per chi voglia passare una bella serata in pieno stile madrileno.

Arte, natura, sport: a ciascuno il suo tour

Quello appena suggerito è un giro del centro il più concentrato possibile, che permetta di avere uno sguardo generale su quei luoghi da vedere assolutamente in un primo viaggio a Madrid. È però possibile che tu sia già stato a Madrid in passato e stavolta sia alla ricerca di qualcosa di più mirato. O magari la tua passione per l’arte, per lo sport o per un determinato argomento ti portano a ricercare un tour incentrato su attrazioni ben specifiche. È per questo che vado di seguito a proporre alcune alternative per costruirsi la propria giornata ideale a Madrid.

Sei interessato al lato storico e culturale?

Basilica di San Francisco el Grande madrid

Se ciò che ricerchi in una città è la storia che permea dai muri dei suoi palazzi, l’arte che adorna le sue chiese, le tradizioni che si diramano nei suoi vicoli, allora il giro che ho proposto nella prima parte dell’articolo è già un buon punto di partenza, al quale però possiamo apportare aggiunte molto interessanti. Sicuramente non devi perdere un ingresso al Palacio Real, non limitandoti alla visione della facciata.
Se hai tempo, entra anche nella Catedral de la Almudena, ma se proprio puoi scegliere una sola chiesa da visitare a causa dei tempi stretti, fai ricadere la scelta sulla Real Basilica de San Francisco el Grande. A parer comune, si tratta della chiesa più bella della città e non ti lascerà certo indifferente.
Se preferisci tralasciare le altre zone suggerite nel tour e dedicare invece anche le ore pomeridiane ad una visita culturale, prendi in considerazione il Monasterio de las Descalzas Reales oppure la piccola e nascosta Iglesia de San Ginés. Preferisci cambiare stile? Esplora allora il Teatro Real, nel quale potresti anche assistere ad un’opera se ti trovi a Madrid di sera.

Sei un appassionato d’arte e cerchi i musei migliori?

museo reina sofia madrid

Madrid ospita nei suoi musei alcune delle opere più importanti dell’arte europea. Sono in tanti quelli che si recano qui anche solo per visitare uno o più dei suoi musei. Se consideriamo ogni museo ed ogni centro espositivo, è impossibile vederli tutti in una giornata, ma da qualche parte si deve pur cominciare. Quando si pensa ai musei madrileni, il primo a venire in mente è il Prado. Immancabile, ma anche enorme: è già difficile vederlo tutto dedicandovi una giornata piena, ma passarci dentro così tante ore sarebbe anche da folli. È per questo che gli stessi gestori del museo, oltre a suddividere per periodi storici e tematiche le aree espositive, hanno ideato delle visite con temi specifici, per apprezzare al meglio una serie di opere legate fra loro da un fil rouge. Sull’articolo dedicato, puoi approfondire e capire quale visita del Prado è la più adatta alle tue esigenze.

Quando si ha poco tempo, spesso ci si reca in un museo non tanto per una visita generale, quanto per poter finalmente ammirare dal vivo una grande opera di cui si è tanto sentito parlare. Guernica di Picasso è esposto al Reina Sofía e puoi scegliere se dedicare a questo museo giusto il tempo necessario a guardare il suo quadro più famoso o se invece visitarlo in maniera approfondita.
In tanti abbinano il Prado al Reina Sofía, anche per la loro vicinanza geografica, ma se sei in cerca di altri musei meno famosi, dai un’occhiata alla nostra pagina sui musei di Madrid.

Sei un fanatico dello sport?

Tour Santiago Bernabeu museo

Quando si ama uno sport, è bello seguire la propria squadra in trasferta, così come veder giocare quei grandi campioni che magari solcano campi stranieri. In Spagna, come d’altronde per noi Italiani, il calcio è lo sport più seguito ed è quindi fondamentale avere stadi di grandi dimensioni per ospitare i tanti tifosi che vi si recano ogni settimana. Nel caso del Santiago Bernabéu, sede del Real Madrid, non contano solo le dimensioni. Questo vero e proprio tempio del calcio moderno è un’opera architettonica capace di affascinare anche chi non segue lo sport.
Se ami la storia calcistica delle grandi squadre, potresti valutare di vedere in un giorno sia il Bernabéu sia il Wanda Metropolitano. Lo stadio dell’Atletico Madrid non è celebre come quello della squadra reale, ma rappresenta anch’esso una grande opera architettonica da non perdere per tutti gli amanti del pallone.

Sei un amante della natura e del verde?

Parque del Retiro madrid

Madrid sorge sull’altipiano semidesertico della Meseta, ma non per questo è una città arida e priva di aree verdi. È possibile passare un’intera giornata, o anche più, solo esplorando i suoi parchi. Il Parque del Buen Retiro è un must e dovrebbe essere incluso in ogni prima visita alla capitale, ma non è l’unica area verde in cui vale la pena immergersi.
Ti piacerebbe passeggiare all’ombra degli alberi e al contempo scoprire qualche segreto della storia madrilena e spagnola? Allora recati al Parque de Oeste. Quest’ultimo non solo è uno dei parchi cittadini più grandi e ben curati, ma la storia locale spunta da dietro ogni albero. Leggi l’articolo dedicato per scoprire come.
Se viaggi con i bambini o se ti incuriosiscono i parchi nuovi, moderni, in qualche modo artistici, Madrid Río fa al caso tuo. Qui in ogni stagione si può fare una piacevole passeggiata trovando giochi per intrattenere i più piccoli, a fianco di ponti futuristici e mostre d’arte.

Più adatta a chi si trattiene a Madrid per un tempo prolungato, ma anche per chi già conosce la città e recandosi qui di passaggio è alla ricerca di novità verdi e di pregio, è la grande area di Casa de Campo. Dai una scorsa alle attività da fare a Madrid e scoprirai che da qui potrai avere una visione della città dall’alto come in pochi altri posti.

Sei alla ricerca della Madrid meno turistica, più insolita e vivace?

cosa fare a madrid la sera

Potresti non volere assolutamente fare una visita classica della città ed essere alla ricerca di quelle zone non invase dai turisti, dove respirare la vita della gente del posto e scoprire i lati più nascosti della capitale. Chueca e Malasaña, ad esempio, sono due rioni decisamente fuori dal comune che potresti apprezzare.

Dove dormire?

Se, pur avendo così poco tempo a disposizione, avete comunque la possibilità di fare un pernottamento in città, il mio consiglio è quello di cercare un alloggio nelle zone centrali di Madrid (Sol/Huertas, ad esempio). Se invece dovete essere il più possibile vicini all’aeroporto, scegliete El Retiro o cliccate qui per soluzioni ancora più vicine ai terminal. In ogni caso, trovate tutti i nostri consigli nell’articolo che abbiamo dedicato al tema.

I nostri consigli per dormire a Madrid

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com
X