Home » Cosa vedere a Madrid » Monumenti » Stadio Santiago Bernabéu: come organizzare un tour nel tempio del calcio moderno
Cosa vedere a Madrid Monumenti

Stadio Santiago Bernabéu: come organizzare un tour nel tempio del calcio moderno

Tour Santiago Bernabeu visita
Ben più di un semplice stadio: guida alla visita del leggendario Santiago Bernabéu di Madrid

Non tutti gli stadi sono uguali. In alcuni si va solo a vedere una partita, altri invece sono veri e propri monumenti, riconosciuti d’interesse turistico per la loro architettura al pari di edifici storici, o per la loro storia come i luoghi che simboleggiano gli avvenimenti importanti di un paese. Lo stadio Santiago Bernabéu di Madrid è uno di questi: qui lo sport è integrato con la storia.

Come arrivare allo stadio

comearrivare

Il Santiago Bernabéu si trova all’incrocio fra due grandi viali: Avenida de Concha Espina e Paseo de la Castellana. La domanda che potrebbe venirti in mente è questa: quanto dista lo Stadio Bernabeu dal centro di Madrid? Il Bernabeu è nella zona nord di Madrid, situato a circa 20 minuti in metro dalla centralissima Puerta del Sol: sì, il modo migliore per muoversi a Madrid è, anche in questo caso, utilizzare la metropolitana.

In metro al Bernabeu

metro

A seconda della zona in cui alloggerai, potrebbe farti comodo una linea diversa. Ti do alcune opzioni comode, dato che in quest’area della città i collegamenti fra le varie linee non sono molti e ti sarà più comodo prendere direttamente la linea a te più congeniale.

  • Linea 10: effettua la fermata Santiago Bernabéu, proprio di fronte allo stadio.
  • Linea 9: fermata Concha Espina, 10 minuti a piedi percorrendo Avenida de Concha Espina
  • Linea 6 (la circular, comoda se alloggi nei quartieri che circondano il centro storico) e linea 8 (comoda soprattutto se arrivi dall’aeroporto o se devi andarci dallo stadio): fermata Nuevos Ministerios, 10 minuti a piedi percorrendo Paseo de la Castellana.

Altre opzioni

Anche gli autobus servono molto bene lo stadio. Le fermate attigue allo stadio sono: Santiago Bernabéu (raggiunta dalle linee 27, 40, 126, 147, 150),  Lima – Santiago Bernabéu (raggiunta dalle linee 43 e 120), Sagrados Corazones (raggiunta dalle line 14 e 150).

Se alloggiate vicino ad una stazione ferroviaria, vi sarà comodo fare uso dei treni locali Cercanias. Le linee C1, C2, C3, C4, C7, C8, C10, oltre ad alcuni treni regionali ed intercity, fermano alla stazione Nuevos Ministerios, dalla quale si raggiunge lo stadio in 10 minuti a piedi percorrendo Paseo de la Castellana.

Perché visitare il Bernabeu

Storia e architettura del Bernabeu

Inaugurato il 14 dicembre 1947 con una partita fra il Real Madrid e la portoghese Os Belenenses, l’allora Nuevo Estadio Chamartìn già dalla sua costruzione si distingueva per la capienza: 75.145 spettatori. Divisi fra 27.465 posti a sedere – di cui 7125 coperti – e 47.500 posti in piedi – di cui 2000 coperti – gli spalti dell’arena calcistica erano già impressionanti per gli anni ’40, ma subirono alcune sostanziali modifiche nel corso del tempo. Fu nel 1954, a 10 anni dalla posa della prima pietra avvenuta nel 1944, che si ampliarono le gradinate perché lo stadio potesse accogliere 125.000 spettatori. In quel momento, la cattedrale del calcio madrileno divenne seconda in Europa solo all’inglese stadio di Wembley. Un anno dopo, l’assemblea generale dei soci decise di intitolarlo al presidente del club, che nel ’44 era riuscito ad ottenere i terreni per realizzarlo: Santiago Bernabéu.

stadio

È negli anni Ottanta e Novanta che la struttura subì alcuni dei principali cambiamenti che lo hanno trasformato come lo vediamo adesso. Prima la riduzione dei posti a 90.800 (dovuta alle normative della Fifa sull’avere metà dei posti a sedere) e il rimodellamento della facciata. Poi, un’ulteriore trasformazione delle gradinate con i posti a sedere per tutti gli spettatori e l’aggiunta del terzo anello nella tribuna ovest e nelle curve. È da questo momento che apparvero le quattro grandi torri di sostegno, che oggi caratterizzano l’architettura del complesso.

Dal 2001, sotto la presidenza di Florentino Pérez, partì una nuova serie di rimodellamenti. Dai palchi agli spogliatoi, vari ritocchi resero migliore l’esperienza di spettatori e giocatori. Ma le migliorie più evidenti sono la copertura della tribuna est e la nuova facciata su Calle Padre Damiàn. Proprio negli anni 2000, si intuì una nuova potenzialità dello stadio: quella turistica. Fu eretto un edificio multiuso, che ospita il più grande negozio esistente di una squadra di calcio. Al contempo, iniziarono i tour per visitare lo stadio e le sue peculiarità.

bernabeu2

In continua mutazione, nel 2011 sono state ancora ampliate le tribune, e nel 2012 fu indetto un concorso per il rifacimento della facciata. Non sono finiti i cambiamenti per quello che i madrileni vogliono rendere lo stadio migliore del mondo. Negli ultimi anni, le diverse proposte d’intervento hanno fatto pensare che sarebbe stato cambiato anche il nome – in cambio di oltre 400 milioni da parte dei petrolieri di Abu Dhabi – dello storico stadio. Per la fortuna dei tifosi, fra i quali già si sentiva aria di rivolta, il Bernabéu si chiama ancora così.

Capienza, record e avvenimenti storici

  • Madrid è posta su un altipiano: questo rende lo stadio del Real  quello a più elevata altitudine d’Europa (almeno fra i top club): circa 700 metri sul livello del mare. Questa piccola curiosità mi fa pensare che questo luogo sia talmente superiore alla maggior parte degli altri stadi, da risultare più in alto anche geograficamente 🙂
  • Nel corso della sua storia, uno degli anni più indimenticabili per noi italiani è senza ombra di dubbio il 1982. Il mondiale di quell’estate, svolto in Spagna, vide in questo campo la schiacciante vittoria dell’Italia sulla Germania. Quel 3-1 reso immortale per noi italiani dal telecronista Nando Martellini e dal suo ripetere tre volte “Campioni del mondo”, ci porta a pensare ai fratelli spagnoli con un sorriso.
  • Ad oggi la capienza del Bernabeu è di 81.044 spettatori, di cui 245 sui palchi Vip. Le modifiche architettoniche apportate negli anni sono andate anche a discapito della capienza, considerata la quale il Bernabéu si trova ora all’ottavo posto in Europa. In compenso un altro stadio spagnolo, il Camp Nou di Barcellona, ha superato Wembley posizionandosi primo nella classifica dei colossi del calcio.
  • Il campo misura 105×68 metri, ed è stato cambiato nel 2015 da erba naturale ad un misto di erba naturale e sintetica. Già negli anni ’90 l’aggiunta del terzo anello pose in ombra il campo per buona parte dell’anno, a discapito del manto erboso. Per molti anni prima dell’istallazione del nuovo manto misto, si sopperì con uno speciale sistema di tubature sotterranee che, facendo circolare acqua calda, evitavano il congelamento del campo in inverno.
Lo stadio dell'Atletico Madrid
Se ti piacerebbe visitare anche il Wanda Metropolitano, leggi il mio articolo dedicato interamente allo stadio dell’Atletico Madrid, con consigli su come arrivare e informazioni sui tour guidati per entrare nello stadio.

La Visita del Bernabéu

Orari e prezzi dei biglietti

visita

I tour del Bernabeu si svolgono tutti i giorni dell’anno, tranne il 25 dicembre e l’1 gennaio, fra le 10.30 e le 18.30. Nei giorni delle partite si può entrare fino a 5 ore prima della partita e la visita è ridotta. In quei giorni, però, ti consiglio di acquistare un biglietto per la partita del momento: vedere uno degli stadi più importanti d’Europa stracolmo di tifosi, fra i cori e l’emozione della competizione, è un’esperienza sicuramente più marcante che visitarlo vuoto.

Il biglietto ha i seguenti prezzi:

  • Adulti: 25 euro
  • Bambini fino a 14 anni: 18 euro
  • Adulti + audioguida: 30 euro
  • Bambini fino a 14 anni + audioguida: 23€

Per i gruppi di almeno 20 persone, il biglietto ha i seguenti prezzi:

  • Adulti: 18 euro
  • Bambini fino a 14 anni: 12 euro
  • Adulti + audioguida: 23 euro
  • Bambini fino a 14 anni + audioguida: 17€
  • Adulti (tour guidato): 32€
  • Bambini fino a 14 anni (tour guidato): 18€

Vi consiglio di acquistare in anticipo il biglietto al link sottostante, tenendo però conto che  gli orari e i percorsi di visita possono essere ridotti per qualsiasi motivo: non solo le partite influiscono sui tour, ma anche gli allenamenti o gli incontri della squadra possono determinare variazioni sul numero di spazi accessibili dai visitatori.

Prenota il tour al Bernabeu

Il tour del Bernabeu

In circa un’ora e mezza, potrai scoprire ogni dettaglio del Bernabéu. Si inizia con la panoramica dello stadio: dal punto più alto, dove godere al massimo del panorama su quest’immensa opera. Segue nella sala multimediale un viaggio audiovisuale e interattivo attraverso la storia del “Miglior club del XX secolo” e la maggiore collezione di oggetti e trofei.

museo

Le emozioni aumentano nella Sala delle sensazioni. “Chiudi gli occhi e ascolta il battito bianco, il suono del tuo cuore di madridista”: con queste parole il visitatore tifoso (o meno) del grande Real è invitato a prepararsi per ammirare i migliori giocatori di ieri e di oggi sul muro tattile e sullo schermo gigante di 11 metri. Qui è possibile anche scoprire in tempo reale cosa si dice su Twitter tramite l’hashtag #tourbernabeu. Potrai anche farti una foto e inserirla in un grande mosaico con i giocatori della prima squadra, oltre a vedere le 12 coppe d’Europa nella vicina sala “Reyes de Europa”. Se sei un patito delle foto con i tuoi idoli sportivi, qui potrai soddisfare almeno virtualmente il tuo sogno. L’apposito sistema di fotomontaggio ti farà apparire in foto con il tuo giocatore preferito.

Ma è entrando nel campo che apprezzerai davvero la magnificenza del Bernabéu, toccando il manto erboso e salendo le gradinate fino alla tribuna d’onore. Per sentirti un campione, potrai invece passare negli spogliatoi e nelle aree di preparazione tecnica, oltre che nel tunnel dal quale i giocatori entrano in campo: uno dei punti più suggestivi dello stadio.

Per non farsi mancare niente, è stata allestita anche una copia esatta del pullman della squadra, dove potrai entrare per simulare un tragitto verso lo stadio. Il giro nella sala stampa e il video sul Real Madrid nel mondo precedono l’ultima tappa: il negozio in cui potrai portare a casa (con uno sconto grazie al biglietto del tour) un souvenir sportivo di questo momento.

Prenota il tour al Bernabeu

Acquisto biglietti per le partite del Real Madrid

bernabeu1

Se non ti basta visitare lo stadio del Real ma vuoi vedere i Galacticos in azione nel tempio del calcio moderno, avrai bisogno di procurarti i biglietti per le partite del Real Madrid. Al link sottostante potrai verificarne la disponibilità per tutti gli eventi in programma (Liga e Champions League).

Biglietti del Real Madrid (Liga)

Biglietti Champions League

Dove dormire? Gli hotel vicini al Bernabeu

Siamo nel quartiere La Castellana, la zona moderna racchiusa fra i grandi quartieri periferici di Tetuan e Chamartìn. Se fai una toccata e fuga a Madrid solo per vedere una partita al Bernabéu, puoi trovare un alloggio in questa zona. Qua sotto trovi un link con gli appartamenti e gli hotel di Madrid vicini allo Stadio Bernabeu.

Tutti gli hotel vicino al Bernabeu

Se invece vieni a visitare la città, dai un’occhiata ai nostri consigli su dove dormire nei quartieri di Madrid più gettonati e strategici: da questi, potrai raggiungere facilmente lo stadio con i mezzi pubblici.

Quanto hai trovato utile questo contenuto?
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Attenzione: La redazione è attualmente in pausa estiva. Al momento i commenti sono disabilitati.

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com