Home » Cosa vedere a Madrid » Monumenti » Wanda Metropolitano: come visitare lo stadio e acquistare i biglietti delle partite dell’Atletico Madrid
Cosa vedere a Madrid Monumenti

Wanda Metropolitano: come visitare lo stadio e acquistare i biglietti delle partite dell’Atletico Madrid

wanda metropolitano madrid
Wanda Metropolitano, lo stadio dell'Atletico Madrid vale una visita! Ecco come organizzarsi e dove trovare i biglietti per le partite

Sebbene non abbia la stessa fama del Santiago Bernabeu, lo stadio dell’Atletico Madrid, chiamato Wanda Metropolitano, vale comunque una visita per tutti gli appassionati di calcio, che possono emozionarsi sul prato dove corrono i giocatori di una delle principali squadre europee. Anche qui, è possibile visitare lo stadio con un tour in qualsiasi momento dell’anno.

Inoltre si sa: gli spagnoli sono il popolo che fra i tanti più si avvicina a noi italiani nella passione calcistica. Quindi, quale scelta migliore che entrarci per vedere dal vivo una partita, magari stringendo un mano un biglietto per il sentitissimo derby stracittadino con il Real Madrid?

Come arrivare allo stadio


Lo stadio si trova nella periferia orientale della città, fuori dal centro storico e vicino all’aeroporto di Barajas. Dunque, probabilmente ti dovrai porre il problema di come arrivare al Wanda Metropolitano. Per raggiungerlo sono possibili diverse soluzioni:

  • Metro: è il modo più agile per arrivarci da ogni zona della città, dato che la linea 7 effettua proprio la fermata Estadio Metropolitano, di fronte all’ingresso. Come valide alternative, le fermate Las Rojas (linea 2) e Canillejas (linea 5) si trovano entrambe a un quarto d’ora a piedi.
  • Bus: se non si è pratici di Madrid, è preferibile usare la metro rispetto al bus, con la quale è più facile orientarsi. La possibilità però esiste e le linee di autobus che lo raggiungono sono: 28, 38, 48, 140 e 154, oltre alle linee notturne N5 ed N6.
  • Bus dall’Aeroporto di Madrid Barajas: se si vuole raggiungere direttamente lo stadio dall’aeroporto, il mezzo più diretto è quello di prendere l’autobus n. 200 fino alla fermata Canillejas. Il tragitto dura 20-25 minuti, ma bisogna considerare almeno altri 15 minuti a piedi per arrivare allo stadio dalla fermata.
  • Auto: trovandosi lontano dal caos del centro, è un luogo ideale da raggiungere se si viaggia a Madrid con l’auto a noleggio . Ci sono due grandi parcheggi gratuiti (per un totale di 4000 posti auto) ai due lati dello stadio, rispettivamente in Avenida de Arcentales e in Avenida de Luis Aragones.

Come visitare lo stadio dell’Atletico Madrid

stadio atletico madrid

Da molti considerata solo come la seconda squadra della capitale spagnola, l’Atlético Madrid ha in verità una storia alle spalle lunga più di un secolo, capace di emozionare anche i meno appassionati al calcio. Attraverso una visita al suo nuovissimo stadio, è possibile rivivere i passaggi che ne hanno segnato la crescita nel corso degli anni, oltre a toccare con mano i luoghi dove oggi i campioni segnano i propri successi sportivi. Durante il tour, è possibile entrare nello spogliatoio, percorrere il tunnel che porta al campo, mettere piede nella sala stampa e sedersi sulle gradinate.

Un po' di storia: chi sono i Colchoneros?
 Terza squadra in Spagna per titoli nazionali vinti, l’Atlético è anche l’unica che è riuscita a vincere la Coppa Intercontinentale senza aver vinto la Coppa dei Campioni (per rinuncia del Bayern Monaco che aveva vinto la finale nel 1974). Storici rivali del Real Madrid, i giocatori dell’Atlético sono soprannominati Colchoneros (letteralmente Materassai) per le strisce rosse e bianche della maglia ufficiale, molto simili ai rivestimenti tradizionali spagnoli dei materassi. Il nome della squadra deriva da quello dell’Athletic Club di Bilbao: fu infatti un gruppo di giovani baschi che studiavano a Madrid a fondare il club nel 1903 come satellite della squadra basca, che vent’anni dopo divenne una società indipendente.

Visite: orari e prezzi del tour 

Scoprire i segreti del Wanda Metropolitano e della sua squadra è possibile tutto l’anno, con tour guidati o ingressi liberi. L’accesso libero è possibile ogni venerdì fra le 15 e le 20, ogni sabato fra le 11 e le 20 e ogni domenica (o altri festivi) fra le 11 e le 19. Il tutto, ad esclusione di eventuali partite che si sovrappongano a queste fasce orarie.

Le visite guidate vengono effettuate dal lunedì al giovedì alle ore 12, 13, 16.30 e 17.30 e il venerdì alle ore 12 e 13. Il costo è di 17€ a persona, 9€ per i bambini fra i 5 e i 12 anni, gratuito per i bambini sotto ai 5 anni.

Info e prenotazione dei tour allo stadio

Acquisto biglietti per le partite dell’Atletico Madrid

Se sei un appassionato di calcio, probabilmente non ti basterà visitare lo stadio, ma vorrai assistere ad una partita dell’Atletico Madrid. Al link sottostante potrai verificare la disponibilità dei biglietti per l’Atletico Madrid.

Biglietti per l'Atletico Madrid

Storia del Wanda Metropolitano

tour wanda metropolitano

Inaugurato nel 1994 come stadio di atletica leggera, ha mantenuto questo ruolo fino al 2004, quando è stato chiuso per una ristrutturazione che non si è mai conclusa. Un nuovo progetto di rinnovamento dello stadio, che lo avrebbe portato alla capienza di 66 mila spettatori, arrivò a seguito della candidatura di Madrid come sede dei giochi olimpici (per l’edizione 2012, 2016 o 2020). Le tre candidature non andarono a buon fine e anche questo progetto venne sospeso. Il periodo di stallo si interruppe a dicembre 2008, quando il presidente dell’Atlético Madrid Enrique Cerezo firmò un accordo con il sindaco di Madrid per il passaggio dello stadio (fino ad allora di proprietà comunale) alla società calcistica. Il nuovo stadio, dopo la ristrutturazione, può ospitare 67.700 spettatori.

Dal 2015 i rossobianchi madrileni sono a tutti gli effetti proprietari della struttura, che nel 2016 è stata denominata Wanda Metropolitano. Il nome è dovuto al fatto che la compagnia Wanda – un colosso cinese nel settore alberghiero – versa ogni anno 10 milioni di euro per i diritti del nome. L’aggettivo Metropolitano è stato invece aggiunto in ricordo dello stadio sul cui prato l’Atlético ha segnato i suoi primi successi, fra il 1923 e il 1966.

Con una partita vinta dall’Atlético Madrid contro il Málaga, l’inaugurazione ufficiale si è svolta il 16 settembre 2017. A battere il simbolico calcio di inizio sono stati insieme Gárate, Fernando Torres e Hugo, a rappresentare il passato, il presente e il futuro della squadra madrilena.

Gli altri stadi dell'Atletico Madrid

La storia del club inizia sull’erba del Estadio Metropolitano de Madrid. Dal 1923 al 1966 la struttura, da 35.800 posti, ha ospitato i tifosi dei rossobianchi, rimanendo nel cuore della squadra. Se la nuova arena porta il nome di Metropolitano è proprio in onore di quel piccolo stadio in cui la squadra ha mosso i primi passi.

Nei cinquant’anni successivi, successi e sconfitte dell’Atlético hanno avuto come scenario l’Estadio Vicente Calderón, edificato appositamente per rimpiazzare il precedente, ormai troppo piccolo per la squadra in continua ascesa. L’Estadio Manzanares (questo il nome originario) poteva ospitare 62 mila spettatori ed era il primo stadio in Europa ad avere tutti i posti a sedere. Una delle caratteristiche che lo rendevano unico nel suo genere è che sotto alle tribune passava, interrata, l’autostrada. Nel 1971 venne dedicato al presidente del club Calderón e nel 1980, i vista dei mondiali dell’82, partì una grossa ristrutturazione che lo portò a ricevere la qualifica di ‘Stadio a 5 stelle’ dalla UEFA nel 2003.

Ora che la squadra ha acquisito il nuovo stadio, è prevista la demolizione dello storico Vicente Calderón, al posto del quale sorgerà un’area verde collegata al parco Madrid Rìo.

Dove dormire? Gli hotel vicini allo stadio

Lo stadio si trova nella periferia di Madrid, incastonato fra i quartieri di Canillejas e Rosas da un lato e l’autostrada di circonvallazione dall’altro, molto più vicino all’aeroporto di Barajas che al centro della città. Se intendi fare a Madrid soltanto una toccata e fuga per vedere una partita importante, allora l’ideale è alloggiare vicino all’aeroporto.

Hotel nei presso dello stadio

Se invece vuoi approfittare del tuo “pellegrinaggio calcistico” per visitare Madrid, ma non vuoi pernottare lontano dallo stadio, il consiglio è di cercare un alloggio nei quartieri che stanno ad est del Parque del Retiro, comodi grazie alla metropolitana sia per il centro storico sia per lo stadio e l’aeroporto. Per trovare l’alloggio più adatto alle tue esigenze e scoprire quale quartiere può fare al caso tuo, dai un’occhiata alla nostra pagina su dove dormire a Madrid.

Consigli su dove dormire a Madrid

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com
X