Home » Itinerari » Madrid in 5, 6 o 7 giorni: come visitare la città e fare un tour della regione
Itinerari

Madrid in 5, 6 o 7 giorni: come visitare la città e fare un tour della regione

madrid in 7 giorni
Cosa vedere a Madrid in 5, 6 o 7 giorni? Come organizzarsi?

La capitale spagnola è talmente grande e ricca di cose da vedere, che anche vivendoci si fatica a dire di conoscerla al cento per cento. Quindi potrei tranquillamente suggerirti di starci una settimana spaziando fra l’arte e la storia, la cultura pop e i locali underground, le vie della moda e i grandi giardini: per quanti giorni tu possa passarci, sarebbe difficile annoiarsi.

È anche vero, però, che Madrid non è l’unica città degna d’interesse in questa zona della Spagna. Negli immediati dintorni sorgono numerose città che meritano di essere visitate e per le quali, in molti casi, è sufficiente una gita in giornata da Madrid. Se hai scelto di recarti a Madrid per una settimana, o anche per 5 o 6 giorni, il mio suggerimento è quello di dedicare una parte del viaggio per esplorare al meglio la città, lasciandoti però alcune giornate a disposizione per sperimentare delle escursioni nei dintorni di Madrid.

Giorni 1-4: cosa vedere?

cosa fare a madrid

Per chi si reca a Madrid per la prima volta, ritengo che quattro giorni siano il soggiorno ideale per riuscire a cogliere l’anima della città. In questo lasso di tempo si riesce bene ad apprezzare il patrimonio artistico e architettonico del centro storico, includendo anche la visita ad almeno un paio di musei, oltre alle principali chiese e palazzi storici, sempre che si sia interessati a questo tipo di visita.

A seconda della stagione e dei gusti di ognuno, si potrà scegliere fra lunghe passeggiate in uno dei grandi parchi cittadini o la visita di una delle innumerevoli mostre ed esibizioni che animano durante tutto l’anno i musei, le gallerie e i centri d’arte. Avrai modo di sorseggiare una cioccolata calda con i churros nei freddi pomeriggi invernali o di mandar giù un bel panino ai calamari fritti con una birra fresca nelle afose giornate estive, per riprenderti dopo le visite ai monumenti. Potrai passare una serata elegante a teatro o scatenarti in discoteca, dopo una giornata passa fra i mercati tradizionali o nei quartieri di Madrid più alternativi.

Insomma, Madrid ne ha davvero per tutti e nel mio articolo su come visitare Madrid in 4 giorni puoi trovare i consigli per sfruttare al meglio ogni ora delle tue giornate nella capitale. Va da sé che, soprattutto se hai conoscenti in città o se ti rechi a Madrid per motivi particolari – magari una mostra, una partita di calcio al Bernabéu, un evento – avrai meno tempo da dedicare alla visita della città e potresti aver bisogno di più giorni.

Ma se il tuo unico scopo è fare vita da turista, allora dovresti cavartela in quattro giorni, magari anche in tre (hai già letto l’articolo su come visitare Madrid in 3 giorni?) e quindi puoi allargare gli orizzonti oltre il perimetro della città. Già con 4 giorni pieni a disposizione, potresti considerare l’ipotesi di dedicare mezza giornata alla visita del suggestivo Monasterio del Escorial, o fare una toccata e fuga nella vicina Alcalà de Henares, per scoprire dove è nato Miguel de Cervantes, l’autore del celebre Don Chisciotte.

Giorni 5-7: 3 giorni per le gite fuori porta

madrid segovia

Come accennavo, 4 giorni possono essere sufficienti per visitare ciò che il centro di Madrid ha da offrire. Se hai a disposizione qualche giorno in più, perché magari dedichi a questo viaggio una settimana di vacanza, puoi rendere speciale il tuo soggiorno esplorando i dintorni della città. Ecco alcuni suggerimenti per tre gite fuoriporta da Madrid per riempire il quinto, sesto e settimo giorno del tuo viaggio madrileno.

  • Quinto giorno: Toledo. Che si stia a Madrid 5 giorni o 5 mesi, non ho dubbi sulla prima città da visitare nei pressi della capitale. Toledo non è solo raggiungibile in maniera semplice e rapida, sia con i mezzi pubblici che in auto, ma è soprattutto una delle città più intriganti di Spagna. Il mistero che avvolge i suoi vicoli, gli stili diversi che nei secoli hanno reso unico ogni palazzo, il retaggio cavalleresco che ancora si porta dietro grazie alla tradizione delle spade più famose al mondo, rendono Toledo una meta apprezzata da tutti. Che siate in cerca di storia o di buon cibo, che siate un gruppo di amici o una famiglia con bambini, una giornata nel capoluogo di Castilla La Mancha sarà una scelta certamente azzeccata.
  • Sesto giorno: Segovia. Vivace e celebre per la sua cucina tradizionale, la città dell’acquedotto romano è la meta ideale per chi cerca un assaggio della Castiglia più vera. Lasciandosi alle spalle la grandezza caotica di Madrid, scopriamo in Segovia una città a misura d’uomo, dove camminare sotto le imponenti arcate di un acquedotto romano di duemila anni è normale quanto ordinare una birra al bar. Fra castelli disneyani e musei, accompagnati dalle poesie di Machado e piatti tipici da leccarsi i baffi, una giornata a Segovia trascorre piacevolmente in qualsiasi stagione dell’anno. Difficile trovare una ragione per sconsigliare una giornata in quella che fu fra le antiche capitali del regno, anche perché raggiungerla da Madrid è davvero semplice ed economico.
  • Settimo giorno: Avila. Una valida alternativa a Segovia è Avila. Situata nord-ovest della capitale, è una delle più famose località di Castilla y Leon ed è una delle città storiche che più caratterizzano la Spagna centrale, dove sembra di fare un salto indietro nel tempo. Il piccolo centro ben conservato è visitabile tranquillamente in una giornata ed i buoni collegamenti con Madrid permettono di organizzare in autonomia una bella gita giornaliera. Meta prediletta dei pellegrini che seguono le orme di Santa Teresa, oltre che tappa cruciale di uno dei rami del Cammino di Santiago, Avila non è solo storia e religione. È una cittadina che specialmente in estate si anima offrendo ai visitatori la piacevolezza di un piccolo centro pieno di curiosità da scoprire.

Tutte le tre città sopracitate sono raggiungibili agilmente con i mezzi pubblici, ma per avere una guida o facilitarti le cose, potresti scegliere di visitarle con un tour organizzato. È per questo che in ciascuno degli articoli dedicati abbiamo inserito anche questa possibilità.

Un tour in auto attorno a Madrid

Escorial-cosa-vedere

Se invece vuoi scoprire più a fondo questo territorio, prendi in considerazione l’idea di noleggiare un’auto a Madrid. Nello stesso tempo potrai vedere molte più cose, pernottando in alcune di queste città e compiendo una sorta di anello attorno a Madrid. Ecco il mio suggerimento.

  • Giorno 1. Parti al mattino presto per Toledo. Impiegherai meno di un’ora a raggiungerla dal centro di Madrid. Dedica la giornata alla visita della città e la sera recati a dormire ad Avila, raggiungibile in meno di 2 ore.
  • Giorno 2. Svegliandoti già in città, potrai visitare Avila fin dal mattino. Nel tardo pomeriggio risali in macchina e raggiungi Segovia (meno di un’ora in auto), dove gustare una cena tipica castigliana e pernottare.
  • Giorno 3. La piazza del mercato è il posto da cui iniziare una visita mattiniera di Segovia. Stai in città il tempo necessario ma, se magari sei già riuscito a vedere qualcosa la sera precedente, prevedi una tappa lungo la strada verso Madrid. Fermati al Monasterio del Escorial (a circa tre quarti d’ora da Segovia e altrettanti da Madrid), che può meritare una giornata dedicata, ma fa la sua figura anche per una toccata e fuga.

Dove dormire a Madrid

Non tutti i quartieri di Madrid sono adatti ad ogni esigenza: a seconda dello stile di visita che stai programmando, una zona potrebbe risultare migliore per rispetto ad un’altra. Dai un’occhiata al nostro articolo su dove dormire a Madrid per verificare quale quartiere sia il migliore in cui soggiornare. Scegli l’albergo che fa per te, specialmente se hai deciso di dormire tutte le notti in città, visitando le città nei dintorni con i mezzi pubblici.

Consigli per l'alloggio a Madrid?

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com