Home » Monumenti » Cosa vedere a Madrid » Come visitare Plaza de Toros di Las Ventas, il tempio della corrida a Madrid
Cosa vedere a Madrid Monumenti

Come visitare Plaza de Toros di Las Ventas, il tempio della corrida a Madrid

corrida madrid
Come visitare la Plaza de Toros di Madrid? Come vedere una corrida a Madrid? Ecco i nostri consigli

Non si può pensare alla Spagna senza che ci venga in mente la corrida. Certo, questo evento, che vede il toro come vittima per lo stupore degli spettatori, è da molti indicato come una cruda tradizione del passato che al giorno d’oggi dovrebbe cessare d’esistere. Checché se ne pensi – non è certo questo il luogo in cui opinare a riguardo – un fatto è certo: molte delle arene edificate per questo scopo sono capolavori d’architettura che vale la pena vedere se si viaggia in Spagna. Come gli stadi di calcio – a Madrid ricordiamo i grandiosi esempi del Santiago Bernabéu e del Wanda Metropolitano – anche la Plaza de Toros può lasciare affascinato chi la visita, a prescindere dall’interesse per l’attività cui è dedicata.

Per tale motivo, in questo articolo spiegherò come visitare la Plaza de Toros de Las Ventas e il Museo Taurino. Se poi invece vuoi vedere una corrida a Madrid, in questo articolo troverai anche le informazioni per l’acquisto dei biglietti e le date degli spettacoli.

Come arrivare

La Plaza de Toros e il Museo Taurino si trovano a nord est del centro di Madrid, lungo Calle de Alcalà, la grande direttrice che dalla centralissima Puerta del Sol si dirama in direzione dell’aeroporto di Barajas, toccando tra gli altri la Gran Vìa, Plaza de Cibeles e il Parque del Retiro. Per giungervi in auto è quindi sufficiente seguire questo grande viale: l’arena è ben visibile sulla sinistra subito prima del ponte che supera l’autostrada M-30. Se non avete un’auto a noleggio, potete facilmente arrivare con questi mezzi pubblici:

  • Metro. Il collegamento migliore è la metropolitana: le linee 2 e 5 effettuano la fermata Ventas proprio di fronte all’arena. Un’alternativa è la fermata Parque de las Avenidas (linea 7) che si trova a soli dieci minuti a piedi.
  • Autobus. Arrivano qui molte linee di autobus, che possono essere una valida alternativa alla metro: 12, 21, 38, 53, 106, 110, 146.

Visitare la Plaza de Toros e il Museo Taurino

plaza-de-toros-madrid

Con i suoi 23.798 posti a sedere, l’arena di Las Ventas è la terza Plaza de Toros al mondo per numero di spettatori, dopo quella di Città del Messico e di Valencia (in Venezuela, non l’omonima città spagnola). È tuttavia la seconda al mondo come diametro dell’arena vera e propria, superata solo da quella di Ronda e la prima al mondo come numero di corride annuali.

Progettata in stile Neomudéjar da José Espelius, ci vollero oltre 12 anni per la sua costruzione: dal 1919 al 1931. I mattoni rossi della costruzione sono ornati da piastrelle di ceramica decorati, tra i quali spiccano quelle che rappresentano gli stemmi di tutte le province spagnole. A Madrid esisteva già in precedenza, dal 1874, un’arena per la Corrida. Il grande interesse che si sviluppò rapidamente in tutta la Spagna per questa attività nei primi vent’anni del Novecento, rese necessaria la sostituzione della vecchia Plaza de Toros con una capace di contenere più persone e, in parallelo, poter vendere biglietti ad un prezzo più basso.

La storia della Plaza de Toros madrilena ha visto anche episodi tristi della storia spagnola. Nel 1939 il regime di Francisco Franco utilizzò questo luogo come campo di prigionia, nel quale vennero rinchiusi i prigionieri repubblicani.

Attiguo alla Plaza de Toros sorge il Museo Taurino, nel quale si raccoglie la storia della corrida, con abiti da torero, teste di toro e altri cimeli. Il tour dell’arena comprende anche l’ingresso al museo, che è una tappa fondamentale della visita per apprendere la storia e le caratteristiche di questo spettacolo.

Orari e prezzi dei biglietti

plaza de toros prezzi

La Plaza de Toros è visitabile ogni giorno dalle 10 alle 17.30, ad eccezione dei giorni in cui si svolge la corrida, nei quali l’ingresso viene chiuso 4 ore prima dell’evento. Questi i prezzi dei biglietti, comprensivi di audioguida disponibile anche in italiano:

  • Adulti: 14,90 euro
  • Studenti e pensionati: 11,90 euro
  • Bambini (5-12 anni): 5,90 euro
  • Bambini (sotto i 5 anni): gratuito

Il Museo Taurino è visitabile ogni giorno dalle 10 alle 18, ad eccezione dei giorni in cui si svolge la corrida, nei quali è aperto dalle 10 alle 16. L’ingresso è incluso del biglietto per la Plaza de Toros.

I biglietti sono acquistabili ai link seguenti:

L’ingresso è incluso anche nella tessera GoMadrid Card.

Cosa vedere nella Plaza de Toros e nel Museo Taurino

corrida madrid biglietti

Iniziando la visita, vedrete la Plaza de Toros partendo dall’alto degli spalti e scendendo poi gradualmente fino al centro dell’arena. Cominciamo dagli accessi all’arena, che hanno ciascuno il suo significato. La Puerta de Toriles è quella dalla quale il toro entra in campo per affrontare il proprio destino. La Puerta de Arrastre è invece quella dalla quale il toro, dopo l’eroica morte, viene trascinato fuori accompagnato dagli applausi o dai fischi del pubblico, a seconda del coraggio dimostrato nel combattimento. Infine, la Puerta Grande: è da qui che ogni torero sogna di uscire in trionfo, portato sulle spalle dei suoi ammiratori.

Salendo la scalinata si passa dalla terrazza: l’arena ha una terrazza che guarda verso l’esterno e dalla quale è possibile ammirare ancor più da vicino alcuni particolari dell’interessante architettura dell’edificio. Si passa poi ai palchi e alle gradinate: anche senza la folla a riempirle, sono decisamente suggestive per il senso di grandezza che trasmettono. Da qui si scende nel ruedo: l’arena vera e propria, il grande cerchio di gialla terra sabbiosa su cui toro e torero si sfidano nella danza mortale.

Fanno parte del tour anche l’infermeria, dove nessun torero ovviamente spera mai di finire e, collegata a quest’ultima, la cappella: il luogo probabilmente meno conosciuto e più nascosto della Plaza de Toros. Qui il torero si isola per qualche minuto di sacra meditazione, prima di confrontarsi con la morte che potrebbe attenderlo là fuori. Questa cappella è interessante non solo per il significato che rappresenta, ma anche per le sue caratteristiche artistico-architettoniche. Edificata in stile barocco messicano, ospita l’effige di due Madonne: la Virgen de la Paloma, patrona di Madrid, e la Virgen de Guadalupe, patrona del Messico.

L’ultima tappa della visita è il Museo Taurino. In queste sale possiamo scoprire la storia della corrida attraverso quadri e fotografie, ritagli di giornali e poesie, ma soprattutto vedendo gli abiti di alcuni grandi toreri, tra i quali il celebre Manolete di Cordoba. Sui muri, come trofei, stanno le teste di alcuni dei tori che hanno fanno la storia della corrida madrilena. Nella sala audiovisuale ci si immerge grazie alle tecnologie nei diversi spazi legati al mondo della corrida, dall’allevamento del toro al suo combattimento con il torero.

Visite guidate, notturne e drammatizzate

plaza toros madrid

La visita con audioguida può definirsi abbastanza completa per le informazioni che si apprendono riguardo alla Plaza de Toros e a ciò che ruota attorno al complesso e spesso discusso mondo della corrida. Se si vuole comprendere al meglio il significato di questo spettacolo, vale certamente la pena prendere parte ad una visita guidata. Ne esistono di vario tipo, alcune solo per gruppi, altre accessibili anche a famiglie o singoli.

  • Visita guidata privata. Disponibile sia per gruppi che per singoli, nella visita guidata sarete accompagnati da una guida ufficiale, che vi permetterà di cogliere anche quei piccoli dettagli ai quali un turista che entra nell’arena per la prima volta non farebbe caso. Il vantaggio rispetto alla visita semplice con audioguida è che potrete ascoltare aneddoti e curiosità, ma soprattutto potrete porre le vostre domande direttamente alla guida. Questa visita dura circa un’ora e 30 minuti ed è necessaria la prenotazione, ma non è attualmente disponibile in italiano (solo in spagnolo, francese, inglese e russo). A questa pagina i dettagli per prezzi e prenotazioni.
  • Visita guidata notturna. Simile alla precedente, ma incredibilmente suggestiva, è la visita al chiaro di luna. Alle ore 20, nei mesi di luglio e agosto, è possibile partecipare a questo tour in notturna, dove l’atmosfera che si respira nell’arena lascia il segno nello sguardo del visitatore. È disponibile in spagnolo, francese ed inglese. A questa pagina i dettagli per prezzi e prenotazioni.
  • Visita drammatizzata. Siete curiosi di sapere come si allena un torero, che cosa prova quando si trova davanti a un toro infuriato? Questo tour è un’esperienza che unisce la visita al teatro. Imparerete molto sulla corrida, vedendo i toreri muoversi sulla sabbia dell’arena, inscenando lo spettacolo per farvici entrare a pieno. Questa visita è dedicata ai gruppi e il costo è di 25 euro a testa dalle 11 alle 20 persone, 19 euro a testa per gruppi da oltre 20 persone e 15 euro a testa per le scolaresche.

Come vedere una corrida a Madrid

corrida-madrid biglietti

La Corrida non si tiene durante tutto il corso dell’anno, ma soltanto nei giorni festivi della stagione dedicata, che solitamente va da marzo ad ottobre. Spesso i primi appuntamenti sono quelli del periodo pasquale: la domenica delle Palme e la domenica di Pasqua si tiene la corrida nella Plaza de Toros madrilena.

Alle corride regolari, si aggiunge la celebre Feria de San Isidro, una serie di festeggiamenti che durano circa un mese a cavallo tra maggio e giugno. Oggi la Feria de San Isidro a Madrid è considerata la principale manifestazione al mondo legata alla corrida spagnola: in questo periodo quasi ogni giorno si tiene una corrida.

I biglietti per la corrida si possono comprare sul sito ufficiale ed i prezzi variano moltissimo da posto a posto. Ci sono scelte per tutte le tasche: si va dai 5 ai 152 euro, con moltissime vie di mezzo. Cambia ovviamente la visibilità, ma anche il fatto di essere seduti al sole oppure all’ombra.

Dove dormire nei dintorni

plaza de toros madrid prezzi

La Plaza de Toros si trova fuori dal centro di Madrid, ma ben collegata con i mezzi pubblici. Pernottare in questa zona può essere vantaggioso per i prezzi degli alloggi, ma allo stesso tempo è da tenere presente lo spostamento da e verso il centro per visitare le altre attrazioni della città. Vi suggerisco di leggere il nostro articolo su dove dormire a Madrid, per avere tutti i consigli necessari sui principali quartieri della città. In alternativa, di seguito potete vedere quali alloggi sono disponibili nei pressi della Plaza de Toros.

Alloggi nei pressi della Plaza de Toros

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com