Home » Monumenti » Cosa vedere a Madrid » Palacio de Cristal: una serra fiabesca nel cuore del Parque del Retiro di Madrid
Cosa vedere a Madrid Monumenti

Palacio de Cristal: una serra fiabesca nel cuore del Parque del Retiro di Madrid

palacio de cristal madrid
Il Palazzo di Cristallo a Madrid è nel Parco del Retiro: ecco come visitarlo!

Il Palacio de Cristal è una delle strutture che rendono così unico ed interessante il Parque del Retiro, che tra tutti i parchi di Madrid è senza dubbio quello da non perdere assolutamente. È difficile non restare affascinati da questa enorme serra di ferro e vetro, oggi sede di esposizioni ed attività artistiche, dove i giochi di luce e riflessi possono rendere l’ambientazione davvero suggestiva.

È impensabile visitare Madrid senza vedere il Parque del Retiro e non si può passeggiare nel parco senza soffermarsi davanti al Palacio de Cristal almeno qualche minuto. Quindi non avete scelta: dovrete certamente vedere questo luogo durante il vostro soggiorno nella capitale spagnola!

Come raggiungere il Palacio de Cristal

palacio-de-cristal-madrid

Il Palacio de Cristal si trova all’interno del Parque del Retiro, precisamente lungo il Paseo Duque de Fernán Nuñez. Anche se il parco è grande, non avrete difficoltà a riconoscere questa imponente costruzione vitrea, una volta varcati i cancelli del giardino. Ma forse vi chiederete: come arrivare al Parque del Retiro? Se non vi trovate abbastanza vicini da raggiungerlo a piedi, potete utilizzare uno di questi mezzi pubblici.

  • Metro. È il mezzo più facile da usare e varie linee raggiungono il parco: linea 9 (fermata Ibiza), linea 2 (fermata Retiro), linea 1 (fermata Estaciòn del Arte).
  • Autobus. Moltissime linee di autobus raggiungono il parco, fermando tutto attorno. Per raggiungere più rapidamente il Palacio de Cristal dovreste però entrare dalla Puerta de Herrero Palacios e quindi utilizzare uno degli autobus 20, 26, 63, 152, C2.
  • Treno. Il parco si trova molto vicino alla stazione Atocha, la principale di Madrid, dove fermano sia la maggior parte dei treni a lunga percorrenza sia molte linee dei treni locali Cercanias, che possono essere sfruttati come una valida alternativa alla metro, coprendo zone differenti. In particolare fermano qui le linee C1, C2, C3, C4, C5, C10.

Un po’ di storia

palacio de cristal madrid orari

Il Palacio de Cristal risale al 1887, quando venne eretto in occasione della Exposición de Flora de las Islas Filipinas (esposizione della flora delle Isole Filippine), che erano allora sotto al dominio coloniale spagnolo. Progettata dall’architetto Ricardo Velázquez Bosco, questa struttura segue lo stile vittoriano del Crystal Palace, la costruzione eretta a Londra nel 1851 in occasione della prima Esposizione Universale e ormai non più visibile perché distrutta da un incendio negli anni Trenta.

La struttura era nata come serra per le piante tropicali provenienti dalle Filippine, ma nel corso del tempo ha cambiato la sua destinazione d’uso. Tra i momenti celebri per questo luogo ci fu l’elezione di Manuel Azaña a presidente della Repubblica Spagnola (era il 1936, in quel breve lasso di tempo in cui la Spagna fu una repubblica). Nel 1975 venne restaurato completamente ed oggi è un luogo d’arte: al suo interno si tengono mostre fotografiche, iniziative artistico culturali ed esposizioni temporanee organizzate dal Museo Reina Sofia, di cui fa oggi parte il palazzo di vetro.

Visita al Palacio de Cristal

palacio-de-cristal

Grandi pareti di vetro ed una volta trasparente sorretta da colonne di ferro in stile ionico: quando ci si avvicina al Palacio de Cristal lo si riconosce subito come una serra grandiosa come ce ne sono poche nel mondo. Posizionata in modo da ricevere il massimo della luce possibile per far crescere al meglio le piante al suo interno, oggi quella grande luminosità permette di dar vita a progetti artistici ed esposizioni in un ambiente davvero unico.

La cupola centrale è alta oltre 22 metri, e camminandoci sotto, specialmente nelle giornate di sole, si viene avvolti in una luce quasi abbagliante. Ma se si guarda bene oltre i riflessi, all’interno del Palacio de Cristal si possono scorgere figure grottesche, teste d’anatra in particolare, che appaiono in piastrelle di ceramica decorate a mano dal vasaio e pittore Daniel Zuloaga. Curiosa anche la forma stessa della serra, la cui pianta ricorda un trifoglio.

Spesso il pavimento del Palacio de Cristal è coperto da un sottile strato d’acqua. Entrando, sarete invitati a togliervi le scarpe per apprezzare questa particolare esperienza: vi sembrerà di camminare in un grandissimo specchio. Ma lo specchio più grande è fuori: il lago antistante riflette la figura del Palacio de Cristal tra gli alberi, ispirando ogni giorno pittori e fotografi che immortalano la scena. Tutto attorno crescono gli altissimi ippocastani, mentre dall’acqua si innalzano i particolari cipressi calvi, tipici degli ambienti palustri.

Orari e prezzi del Palacio de Cristal

La visita del palazzo è gratuita, a meno che non siano programmate mostre o iniziative particolari che prevedano un biglietto. È aperto tutti i giorni della settimana con i seguenti orari:

  • Da novembre a febbraio: dalle 10 alle 18
  • Da aprile a settembre: dalle 10 alle 22
  • Mesi di ottobre e marzo: dalle 10 alle 19
  • Giorni di chiusura: 1 e 6 gennaio, 1 maggio, 25 e 31 dicembre.

Mostre ed esposizioni

palacio de cristal madrid

Spesso durante il corso dell’anno il Palacio de Cristal è sede di mostre d’arte temporanee, esposizioni di fotografie, performance artistiche. Dato che si tratta di una sede distaccata del Museo Reina Sofia, troverete sul sito ufficiale del museo un riferimento ad una eventuale mostra in corso durante il vostro soggiorno a Madrid. Nel caso sia di vostro interesse, potrete visitarla al prezzo indicato, altrimenti vale comunque la pena vedere il Palacio de Cristal almeno dall’esterno.

Dove dormire nei dintorni

Il quartiere che si sviluppa attorno al Parque del Retiro è un’ottima zona in cui pernottare. La scelta di alloggi è vasta, ci si trova vicini al centro storico ma senza il caos che può avvolgere alcuni quartieri la sera, soprattutto nel fine settimana.

Alloggi disponibili in questa zona

Se invece non avete ancora deciso quale quartiere fa per voi, vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato, nel quale troverete maggiori dettagli sui pro e i contro di pernottare nelle diverse zone della città.

I nostri consigli su dove dormire a Madrid

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com