Home » Musei » Cosa vedere a Madrid » Alla scoperta del Museo de Cera, insolita attrazione di Madrid
Cosa vedere a Madrid Musei

Alla scoperta del Museo de Cera, insolita attrazione di Madrid

museo delle cere madrid
Il Museo delle cere di Madrid è un'attrazione curiosa: orari, prezzi e cosa vedere

Dal 1972, tra gli altri musei di Madrid, spicca per originalità questa esposizione permanente di statue di cera che rappresentano un ampio ventaglio di personalità: da uomini che hanno fatto la storia a personaggi dello spettacolo, da sportivi a politici di rilievo internazionale. L’estrema cura per i dettagli rende davvero verosimili i circa 450 personaggi che troviamo nelle sale del museo. Ma il Museo de Cera di Madrid non è solo un insieme di statue: spettacoli di mentalisti e realtà virtuale rendono la visita interattiva ed intrigante.

Come raggiungere il Museo delle cere

Il Museo de Cera di Madrid ha sede in Plaza de Colón, al termine del Paseo del Recoletos, che altro non è che la prosecuzione verso nord del Paseo del Prado, lungo il quale sorgono i maggiori musei della città. Il museo non è in pieno centro, ma è facile raggiungerlo con i mezzi pubblici.

  • In metro: la fermata più vicina è Colón (linea 4) che dà accesso direttamente dentro all’edificio in cui si trova il museo. A cinque minuti a piedi si trova invece la fermata Alonso Martinez (linee 4, 5, 10).
  • In treno: tre linee dei treni locali Cercanias (C1, C2, C10) fermano a Recoletos. La fermata si trova a due minuti a piedi dal museo.
  • In autobus: fermano in Plaza de Colón gli autobus 5, 14, 21, 27, 37, 45, 150.

Orari e prezzi

museo delle cere madrid

Il museo è aperto tutti i giorni dell’anno con i seguenti orari.

  • Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14 e dalle 16.30 alle 20
  • il sabato, la domenica e i festivi dalle 10 alle 20

Questi i prezzi dei biglietti:

  • Adulti: 21 euro
  • Bambini (4-12 anni) e maggiori di 65 anni: 14 euro
  • L’ingresso al museo è incluso nella iVenture Card, uno dei vari pass di Madrid disponibili.

Biglietti per il museo

Cosa vedere nel museo delle cere

museo de cera madrid

La prima statua del museo fu quella di un illustre italiano molto importante per la storia della Spagna e non solo: Cristoforo Colombo. Da allora il numero dei personaggi ricreati con la cera è cresciuto fino a superare i 450, distribuiti in 40 stanze. Ciascuno dei personaggi riprodotti, che sia reale o di fantasia, non è soltanto abbigliato in maniera puntigliosa per rispecchiare al cento per cento l’originale, ma è anche inserito in un contesto coerente. Se i Re Cattolici siedono sui loro troni imbottiti, con gli indios inchinati di fronte ad offrirgli doni del Nuovo Mondo, l’attore Johnny Depp nei panni di Jack Sparrow è a bordo della sua nave pirata.

Tra Napoleone e Cleopatra, un saloon del far west e un’arena da corrida con toreri e toro infuriato, si rimane sempre più stupiti man mano che si va avanti nella visita. I Simpsons, Biancaneve e altri personaggi di cartoni animati e TV attraggono i più piccoli, così come i protagonisti di celebri film che spaziano da “La mummia” a “Il signore degli anelli”. Tra le statue di cera più famose spiccano quelle delle stelle del cinema contemporaneo e i campioni dello sport, come Leonardo di Caprio e Brad Pitt, Cristiano Ronaldo e Marc Marquez.

Curiosità sulla realizzazione delle statue

museo de cera prezzi

Realizzare un’opera di questo tipo non è un lavoro semplice né veloce. Si comincia da una serie di scatti fotografici al personaggio in carne ed ossa, che vengono poi utilizzati per la creazione delle prime statue in terracotta e dei conseguenti stampi in gesso e silicone, con i quali gli artisti realizzano le statue di cera finali. Ma sono le rifiniture a fare la differenza. Le parti più complesse sono i denti e gli occhi, che per risultare realistici devono essere curati nei più minimi particolari e richiedono un lavoro lungo di specialisti del settore. Per quanto riguarda i capelli: immaginate cosa voglia dire inserire nella testa del modello di cera alcune centinaia di migliaia di capelli veri, uno per uno. Beh, non è il caso del colosso Dwayne Johnson, per il quale è stato necessario concentrarsi più sui muscoli che sui capelli!

Proprio per l’estrema difficoltà nel realizzare le statue, non tutte vengono perfette al primo tentativo. Un esempio fu la statua del cantante spagnolo Manolo Escobar (sapete, quello del Porompompero), fatta nel 1973. Piaceva a pochi e fu disprezzata dallo stesso Escobar, per questo fu sostituita da una nuova. Ma che fine fece quella originale? Per dirle addio in maniera originale e di certo indimenticabile, la portarono nel parco di Casa de Campo e la fecero letteralmente esplodere.

Attrazioni e spettacoli

museo cere madrid

Il Museo de Cera offre anche una serie di attività collaterali alla mostra permanente, per rendere la visita più intrigante.

  • El tren del terror. Gli amanti del brivido non possono perdersi questo viaggio sul treno più pauroso di Madrid, incluso nel biglietto del museo, che viaggia in sotterranei raccapriccianti, con un monaco decisamente inquietante che introduce il tour. Tra gli altri ambienti attraversati, il treno entra anche in Jurassic Park e nella Taverna Galattica di Star Wars.
  • Multivision. È incluso nel biglietto anche questo spettacolo cinematografico in 3D, che parla della Spagna in un’evoluzione dalla preistoria all’attualità.
  • Simulatore di realtà virtuale. Ultima attrazione inclusa nel biglietto, è un adrenalinico viaggio virtuale tra lo spazio profondo e il centro della terra, che vi farà sembrare di viaggiare a grande velocità su un ottovolante da brividi.
  • Mentalismo con Pablo Raijenstein. Le figure di cera assumono un aspetto nuovo, interessante e talvolta inquietante se viste con il tour accompagnati da un illusionista che pratica l’arte del mentalismo. I biglietti si comprano separatamente e i tour includono al massimo 20 persone alla volta.

Dove dormire nei dintorni

malasana madrid cosa vedere

Se volete pernottare nei dintorni del museo, il mio suggerimento è quello di scegliere un alloggio nei quartieri di Malasaña e Chueca, che sono tra le zone più vive della città in fatto di movida e nelle quali i prezzi degli alberghi sono spesso più economici rispetto al centro storico.

Consigli per l'alloggio nei due quartieri

Se invece siete ancora indecisi su quale sia il quartiere della città più adatto alle vostre esigenze, date un’occhiata al nostro articolo dedicato, potreste trovare dei consigli utili!

Altri quartieri di Madrid consigliati

Andrea Cuminatto

Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Ho vissuto un periodo in Spagna (Madrid e Granada) e girato quasi tutta l'Europa zaino in spalla. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita ne racconto qualcosa anche sul mio blog

Lascia un commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com