Home » Cosa vedere a Madrid » Come visitare Madrid spendendo poco e senza perdersi niente
Cosa vedere a Madrid

Come visitare Madrid spendendo poco e senza perdersi niente

visitare madrid
Come visitare Madrid, la splendida capitale della Spagna? Ecco la nostra guida in pillole

Durante l’organizzazione di un viaggio nulla può esser lasciato al caso, nemmeno se si tratta di un volo a breve raggio e la vacanza dura pochi giorni: Madrid è una meta turistica che non fa eccezione, anzi… la lista di cose da vedere a Madrid è molto lunga, e se si arriva in città senza un minimo di preparazione si rischia di perdersi il meglio o di incappare in qualche brutta sorpresa. Intendiamoci, visitare Madrid con un tour in autonomia non è certo un’impresa complicata, ma qualche consiglio su come impostare l’itinerario e sulla scelta di alloggi, spostamenti e attività può essere utile per vivere a pieno l’esperienza del viaggio.

Il programma giornaliero delle visite non è l’unica preoccupazione che bisogna avere durante la preparazione del viaggio: c’è anche il lato economico! Di tutto questo ti parlerò in questo articolo, che vuole essere una sorta di prontuario rapido per l’organizzazione del tuo viaggio a Madrid: ho deciso di fare un elenco delle domande più frequenti e ho dato le risposte che mi sembra possano essere più utili. Pronti, via!

Quando andare a Madrid? Clima e stagionalità

I periodi migliori per la visita sono la primavera e l’autunno: in particolare quest’ultima stagione offre temperature gradevoli – né troppo calde né troppo rigide – e lo spettacolo del fogliame che si colora di rosso e giallo nel Parque del Retiro, nel Parque del Oeste , a Madrid Rio e negli altri parchi urbani. Il clima è secco: questo dà luogo ad estati molto calde e inverni da freddi a molto freddi ma non eccessivamente piovosi. La mia ultima visita risale ai primi di dicembre, a ridosso dell’alta stagione natalizia: per 5 giorni non è mai piovuto o nevicato e il cielo era sempre terso e azzurro, anche se occorreva coprirsi bene per non soffrire il freddo pungente e, in alcuni casi, il vento.

visita madrid

Oltre ai vantaggi “climatici”, va dà sé che conviene scegliere periodi di bassa stagione per risparmiare un po’ sui costi (hotel, aereo) e per evitare lunghissime code di fronte alle principali attrazioni (Museo del Prado, Palacio Real), specialmente negli orari in cui l’ingresso è gratuito. Nel caso di luoghi di interesse o monumenti che necessitino una prenotazione, si può addirittura rimanere a bocca asciutta (Casa di Lope de Vega, Monastero de las Descalzas Reales…). Tieni conto che a Madrid agosto è considerata bassa stagione: la città si svuota e in città fa decisamente caldo.

In sintesi, i mesi migliori per la visita di Madrid sono: aprile, maggio, settembre e ottobre.

Quanti giorni occorrono per visitare Madrid?

Se vuoi visitare Madrid in modo approfondito – esplorandone i tesori artistici ed entrando nell’atmosfera dei vari quartieri – un weekend di sicuro non ti basterà: ti consiglio di mettere in conto almeno 3-4 giorni pieni, se non 5 per il tour madrileno (e anche di più se vuoi fare escursioni nei dintorni). Se invece hai solo 1 o 2 giorni, ti converrà cominciare sin da subito a organizzare il tuo programma scegliendo cosa visitare a Madrid e a cosa invece rinunciare. Di seguito qualche consiglio in sintesi. Se invece volete approfondire i vari itinerari a seconda dei vostri giorni a disposizione, cliccate sul link all’inizio di ogni punto dell’elenco:

  • Madrid in 1 giorno: una corsa contro il tempo! Se però vuoi farti un’idea della città, ti consiglio di prepararti a scarpinare e di imparare bene a usare la metro a Madrid per usare al massimo il poco tempo a disposizione.
  • Madrid in 2 giorni: dovrai puntare al massimo risultato nel minor tempo possibile! Non perderti il Palacio Real, la Cattedrale Almudena e uno dei musei del Retiro, visita la Gran Via, il Templo de Debod, Puerta del Sol e Plaza Mayor.
  • Madrid in 3 giorni: oltre alle attrazioni sopra elencate, potresti aggiungere un parco e un altro museo di Madrid: sia il Prado che il Museo Reina Sofia meritano. Hai tre serate libere: dedicale rispettivamente ai quartieri di Chueca, Malasaña e La Latina, oppure al Barrio de las Letras.
  • Madrid in 4 giorni: con questi giorni a disposizione, se ti organizzerai bene, potrai visitare agilmente la Madrid imperiale, almeno due musei del Retiro, le migliori piazze, i monumenti, i quartieri e le strade già citate in precedenza. A questo aggiungi una passeggiata approfondita al Parque del Retiro e la visita di almeno due tra questi gioielli eccezionali:
  • Madrid in 5 giorni o più: ecco! Questo è il periodo ideale per entrare in sintonia con la città. Potrai aggiungere alla lista delle cose da vedere attrazioni come lo stadio Bernabeu, la Plaza de Toros e il Museo Thyssen di Madrid (da non confondere con l’omonima collezione a Malaga. Infine, avrai tempo sufficiente per fare almeno una delle classiche escursioni fuori porta, magari a Toledo.
Consiglio
Sei alla ricerca di idee per attività caratteristiche o esperienze particolari da fare in città? Leggi il nostro articolo su cosa fare a Madrid!

Quali sono le cose da vedere assolutamente?

A questa importante domanda rispondo con il mio articolo con la top 10 di Madrid, dove troverai le attrazioni che secondo me non puoi perderti durante la visita della città. Attenzione! Come hai appena letto, per vederle tutte in modo approfondito potrebbero essere necessari 4-5 giorni: se hai più tempo a disposizione e ti chiedi cosa visitare a Madrid oltre alle attrazioni principali, dai un’occhiata al link che ti ho appena segnalato.madrid visitare

In quale zona di Madrid bisogna cercare l’hotel?

Questa domanda è molto delicata: sono molte le opzioni disponibili per il soggiorno a Madrid, sia per quanto riguarda la zona dove dormire, sia per il tipo di alloggio (vedi domanda successiva). A questo proposito, ho pensato di scrivere un approfondimento su dove dormire a Madrid: troverai informazioni e consigli sui quartieri e i rispettivi alloggi nelle varie zone del centro.

Come posso risparmiare sull’alloggio?

A mio parere, cercare un alloggio su Booking rimane il metodo migliore: i filtri sono molto accurati e permettono di trovare soluzioni ideali, cucite sulle esigenze di ciascuno. A Madrid si possono trovare strutture alberghiere di tutte le categorie e fasce di prezzo: hotel di lusso e alberghi storici, appartamenti familiari e di pregio, hostal di buona qualità a prezzi economici, pensiones e un buon numero di ostelli.

Oltre alla possibilità di filtrare la ricerca, su Booking si possono trovare spesso ottimi sconti su hotel e appartamenti in posizione strategica, come è accaduto a me quando ho prenotato l’Hostal Madrid: con lo sconto ho pagato appena 85 euro a notte per una camera tripla con bagno privato, in posizione centrale che più centrale non si può (calle Esparteros, tra Puerta del Sol e Plaza Mayor).

Volo+hotel a Madrid

C’è un altro modo per risparmiare: prenotare un pacchetto volo+hotel a Madrid su Expedia, che permette di risparmiare parecchio sul costo complessivo dei due servizi. Unica limitazione: il volo di andata e quello di ritorno devono avere lo stesso aeroporto di partenza e di arrivo, cosa che nel caso di un viaggio alla scoperta della città di Madrid è praticamente scontato.

Cerca un'offerta volo+hotel a Madrid

Quando conviene prenotare il volo? Come fare a risparmiare?

Non c’è una regola per trovare le tariffe migliori per Madrid, né per nessuna destinazione al mondo. Certo, durante i periodi di alta stagione è difficile trovare prezzi economici, ma con un po’ di strategia non è impossibile. C’è chi dice che per viaggio a breve raggio un buon periodo per prenotare è 2-3 mesi prima della partenza.

Per trovare le offerte migliori è inoltre consigliabile usare un comparatore di prezzo come Expedia, che permette di confrontare tutte le soluzioni disponibili e scegliere la migliore in termini di orari, scali, durata ed economicità.

Come posso risparmiare sugli ingressi ai monumenti?

Ci sono due possibili modi di risparmiare sugli ingressi ai monumenti:

  • utilizzare un city pass (Madrid City Pass, iVenture Card Madrid), che permette di ottenere ingressi alle maggiori attrazioni di Madrid a un prezzo scontato
  • studiarti bene gli orari dei vari monumenti: in molti casi ci sono fasce orarie in cui l’ingresso è gratuito! Un esempio? Palacio Real e Museo del Prado.

campo del moro

Mi serve la macchina?

Se hai intenzione di girare Madrid da turista, il mio consiglio è quello di evitare la macchina. Gli spostamenti tra l’Aeropuerto de Madrid Barajas e il centro si possono tranquillamente fare con la Metro; allo stesso modo si può visitare tutto il centro cittadino da un quartiere all’altro, alternando gli spostamenti con i mezzi a gradevoli passeggiate: è questo il modo migliore per entrare in sintonia con la città!

La macchina potrebbe servirti nel caso tu voglia organizzare anche delle escursioni nei dintorni di Madrid (Toledo, Segovia, Ávila, Escorial sono le più comuni) e trattenerti per qualche giorno fuori città, per esempio esplorando la Castiglia-La Mancia. Tieni conto però che tutte queste mete sono facilmente raggiungibili con il treno, e in ogni dove troverai la pubblicità di agenzie di viaggio che con qualche decina d’euro offrono escursioni guidate, anche di mezza giornata.

Come conviene muoversi a Madrid?

La Metro di Madrid è sicura, affidabile, precisa ed economica; il suo percorso capillare e facile da comprendere. Procurati una mappa o scarica l’utilissima app ufficiale e vedrai che dopo mezza giornata sarai già entrato in confidenza con la metro, il che ti farà risparmiare un sacco di tempo, anche per gli spostamenti dall’aeroporto Barajas al centro di Madrid e viceversa. Una buona alternativa possono essere gli autobus, ma il rischio è quello di rimanere imbottigliato nelle vie più trafficate, non ultima la Gran Via. Perché rischiare?

cosa visitare a madrid

Madrid è pericolosa?

No, Madrid non è pericolosa. Ovviamente bisogna fare attenzione in Metro e a non avventurarsi lungo le strade più periferiche dei quartieri meno turistici nelle ore di notte (Lavapiés, El Rastro, La Latina, ma anche il Parque del Retiro): praticamente le misure di sicurezza che adotteresti in ogni grande città europea e non solo.

tour madrid

Quanto mi costa usare internet sullo smartphone?

Come, non lo sai? Dal 15 giugno 2017 il roaming nei paesi europei è gratuito, secondo l’iniziativa della Commissione Europea chiamata Roam like at home. Dunque potrai visitare Madrid documentando il tuo viaggio con foto e video da mandare a parenti e amici tramite Whatsapp, Telegram, Instagram, Messenger e compagnia bella, senza stare a  preoccuparti delle tariffe telefoniche; ovviamente potrai anche consultare quando vuoi il nostro sito come guida interattiva. 🙂

Avrò problemi con la lingua?

Non conosci lo spagnolo? Hai paura di non riuscire a comunicare con i madrileni? A mio parere questo problema è relativamente facile da risolvere: non ci sono grandi differenze tra italiano e spagnolo e, con un po’ di pratica, dovresti riuscire a farti capire. Solitamente lo staff degli alberghi, dei negozi e dei ristoranti è in grado di comprendere l’italiano e riesce a dare risposte comprensibili; infine, qualora non riuscissi a dialogare in italiano o spagnolo, non dovresti aver problemi a farti capire con l’inglese.

Come regolarsi con gli orari?

Forse non lo sapevi, ma in teoria il fuso orario di Madrid e di tutta la Spagna sarebbe il medesimo di Greenwich, quindi -1 rispetto all’Italia. Dai tempi del franchismo, tuttavia, non è più così: al dittatore, per motivi ideologici, piaceva l’idea che l’orario della Spagna fosse allineato con quello di Roma e Berlino e fece cambiare il fuso. Questa “stravaganza” temporale non è mai stata cambiata, e quindi Madrid e la Spagna tutta si trovano gli orari un po’ sballati.

Tutto ciò non comporta grandi disagi ai turisti, se non per le abitudini legate agli orari dei pasti: alcuni ristoranti di Madrid (specialmente quelli meno turistici) possono aprire anche dopo le 20 per cena e dopo le 13 per il pranzo, orari che possono mettere in difficoltà le persone che sono abituate a mangiare prima.

come visitare madrid

 

Bernardo Pacini

Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

3 Commenti

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • G.mo Andrea vorrei chiederti se a Madrid per entrare nei vari musei e al palazzo reale nelle ore in cui l’ingresso è gratuito bisogna egualmente presentarsi alla biglietteria per ritirare il biglietto o è necessario fare una preventiva prenotazione. Grazie

    • Buongiorno Antonio. Di regola per tutti i musei della città funziona che negli orari gratuiti ci si presenta all’ingresso e ci si mette in coda. Non c’è da fare nessun tipo di prenotazione preventiva. Come spiegavo nell’articolo dedicato al Museo del Prado, in alta stagione può capitare che questi orari siano abbastanza affollati: per i musei grandi (come il Prado appunto) pensate in anticipo a quali aree visitare perché è impossibile vederlo tutto con il poco tempo che avete a disposizione nella fascia oraria gratuita.

Booking.com
X